Notizie ed eventi
11.01.2019
Ulss 8 Berica e Federfarma Vicenza siglano la convenzione per il potenziamento del servizio Farmacup

È stata presentata oggi all’Ospedale San Bortolo di Vicenza la convenzione quadro siglata tra l’Azienda ULSS 8 Berica e Federfarma Vicenza. All’iniziativa hanno partecipato Giovanni Pavesi e Andrea Ferrarese, rispettivamente direttore generale e Cup manager dell’ULSS 8 Berica e Alberto Fontanesi, vicepresidente di Federfarma Vicenza e presidente di Federfarma Veneto.
Il provvedimento prevede il potenziamento, a livello locale e sul territorio dell’ULSS 8 Berica, delle attività di “FarmaCUP” e “Consegna referti”, strumenti utili ad agevolare il rapporto tra cittadini, azienda sanitaria e farmacie, per un servizio ancor più a misura di persona e territorio.
Il FarmaCup è un servizio che permette alle persone di rivolgersi direttamente alle proprie farmacie di fiducia per prenotare ogni tipologia di visita medica in strutture sanitarie pubbliche e convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale. Il personale delle farmacie entro pochi minuti esegue la prenotazione, consegna un promemoria scritto della prenotazione, in cui sono indicati la struttura dove è erogata la prestazione, il giorno e l'ora dell'appuntamento e al contempo fornisce le informazioni e le istruzioni propedeutiche alla prestazione.
Non solo: allo stesso modo, l’utenza può rivolgersi alle farmacie per ritirare i referti delle visite mediche effettuate, attraverso il supporto digitale del personale preposto. Per i cittadini questo servizio è completamente gratuito.
L’obiettivo è pertanto quello di semplificare l’accesso dei cittadini ai servizi erogati dal Cup dell’ULSS 8 Berica, attraverso l’affidamento alle farmacie della gestione informatizzata di prenotazione di visite ed esami specialistici. L’adesione per le farmacie del territorio alla convezione quadro è volontaria e quelle aderenti sono collegate direttamente al sistema gestionale del Cup.

Sono tre in particolare le novità introdotte dalla nuova convenzione, che potenziano il servizi: la possibilità di prenotare visite specialistiche ed esami diagnostici direttamente nella farmacia vicino a casa non solo per le prime visite, ma anche per quelle di controllo; la possibilità - nelle farmacie aderenti - di poter scegliere tra le disponibilità di tutte le strutture dell'ULSS 8 Berica, indipendentemente dal distretto di appartenenza della farmacia; infine, anche per gli utenti del Distretto Ovest ora sarà possibile richieste lo scarico dei referti direttamente in farmacia, come già avviene nel Distretto Est.

“Con questa convenzione – afferma Giovanni Pavesi, direttore generale dell’ULSS 8 Berica – avviciniamo ancor più i nostri servizi al territorio e alle reali esigenze dei cittadini, penso in modo particolare a quelle degli anziani che per prenotare o disdire una visita medica non debbono più rivolgersi soltanto al Cup dell’ospedale ma possono rivolgersi direttamente al proprio farmacista di fiducia, a pochi passi da casa. Le attività di “FarmaCup” e “Consegna referti” previste dalla sigla di questo accordo assolvono quindi anche a una funzione sociale importante. Per noi la persona e il territorio di tutta l’ULSS 8 Berica sono da sempre al centro dei nostri interventi che riusciamo a promuovere nel migliore dei modi quando troviamo al nostro fianco interlocutori concreti e lungimiranti come Federfarma Vicenza, interlocutori che avendo la nostra stessa visione perseguono i nostri stessi obiettivi”.

“Grazie alla lungimiranza della direzione dell’ULSS 8 Berica – sottolinea Alberto Fontanesi, vicepresidente di Federfarma Vicenza e presidente di Federfarma Veneto –, con questo accordo potenziamo la possibilità per i cittadini di prenotare gli esami diagnostici e le visite specialistiche direttamente in farmacia, potendo ora scegliere tra le disponibilità di tutte le strutture dell’azienda socio-sanitaria. In questo modo i cittadini avranno una maggiore possibilità di scelta, molto importante soprattutto per gli utenti delle farmacie collocante sul confine tra i due distretti. In generale, questo si tradurrà in un risparmio significativo di tempo per gli utenti, soprattutto per chi risiede nei piccoli comuni e per chi non ha dimestichezza con i call center. E anche dal punto di vista dei costi e della sostenibilità ambientale rappresenta un beneficio prezioso, riducendo le necessità di spostamento per la prenotazione. E questo con tutte le garanzie di privacy e professionalità delle farmacie vicino a casa, che in Italia oggi rappresentano l’istituzione di vicinato più presente nel territorio”.