Notizie ed eventi
14.12.2018
Farmacie in rete per crescere in efficienza e servizi

Anche il mondo delle farmacie si evolve: da una parte stanno entrando nel mercato grandi gruppi internazionali, con una potenza economica senza paragoni rispetto alle tradizionali farmacie di quartiere; dall’altra alle farmacie si chiede di assumere un ruolo sempre più ampio all’interno del sistema sanitario, come punto di erogazione nel territorio per tutta una serie di servizi ai cittadini. A queste sfide le farmacie possono rispondere in modo efficace solo facendo rete, ed è questo il messaggio lanciato a Marco Cossolo, presidente di Federfarma nazionale, alle farmacie vicentine, in occasione di un incontro svoltosi oggi presso la sede di Federfarma Vicenza.

L’occasione è stata la presentazione del progetto “Sistema Farmacia Italia”, promosso da Federfarma e studiato con il contributo del prof. Sandro Castaldo, docente di Marketing all’Università Bocconi e partner di Focus Management. Il modello organizzativo proposto con questa iniziativa è definito “a geometria variabile”, ovvero in grado di mantenere l’unicità e l’indipendenza della singola farmacia, valorizzando però le sue caratteristiche nell’ambito di un’azione coordinata su più fronti: dalla standardizzazione ad alto livello qualitativo dei servizi forniti alla formazione e aggiornamento professionale, dall’utilizzo di strumenti di diagnostica uniformi e all’avanguardia fino alla stipula di accordi collettivi per la fornitura di beni e servizi.

In particolare, sono due le aree su cui si concentra il progetto: da una parte i servizi - sempre più rilevanti - di diagnostica e l’attività volta a migliorare l’aderenza alle cure da parte dei pazienti cronici (in linea tra l’altro con il progetto avviato proprio in questi giorni da Federfarma e Regione Veneto); dall’altra l’ottenimento di migliori condizioni di acquisto attraverso una centrale unica di negoziazione e la condivisione delle procedure di gestione. «Questo progetto - sottolinea la dott.ssa Marina Milan, presidente di Federfarma Vicenza - riguarda la competitività presente e futura di tutte le farmacie, la nostra capacità di evolvere in relazione alle richieste che ci arrivano e all’ingresso sul mercato di realtà che poco o niente hanno a che fare con il ruolo tradizionale del farmacista quale figura di fiducia e di riferimento per la comunità. Ecco perché questo è un tema di interesse più ampio: è negli interessi di tutti i cittadini poter contare su una rete di farmacie forti, capaci di ascoltarne le esigenze e di offrire loro un’ampia gamma di servizi per la salute e il benessere, il tutto vicino a casa, senza attese e con un orario di apertura esteso». Proprio perché la forza del progetto sta nella capacità di mettere in rete quante più farmacie possibili, in questa fase Federfarma è impegnata - a livello nazionale e regionale - in un’intensa attività di informazione e sensibilizzazione sulle potenzialità dell’iniziativa, per la quale sono già state raccolte le prime adesioni.